Bally

La nostra Roadmap di Sostenibilità

“Oggi i brand devono avere uno scopo che vada oltre il profitto affrontando anche problematiche globali. Dalla sua fondazione nel 1851, Bally si impegna a favore di pratiche commerciali responsabili. Sulla base di un'analisi condotta internamente, è stata pianificata una Roadmap che individua importanti traguardi per la nostra organizzazione, con l'obiettivo di ridurre il nostro impatto ambientale. Unitamente alla firma del Fashion Pact, ci impegnamo a percorrere questo sentiero verso la responsabilità sociale e ambientale, unendo le forze con i nostri colleghi leader del settore verso il cambiamento.”

-           Nicolas Girotto, Amministratore Delegato di Bally



È giunto il momento di agire. Riteniamo che il nostro futuro dipenda dalla capacità di essere agenti del cambiamento: riduciamo il nostro impatto sull'ambiente, promuoviamo la sostenibilità dall'interno e assumiamoci le nostre responsabilità in quanto azienda di moda con influenze su comunità, clienti, dipendenti e ambiente.

La nostra strategia

Bally ha pubblicato la sua Roadmap di sostenibilità identificando quattro pilastri (trasparenza, qualità, collaborazione e progresso) che richiedono impegno strategico e attenzione. Stabilendo le azioni fondamentali e i traguardi da raggiungere, ci impegnamo nel ridurre il nostro impatto sull'ambiente e nel promuovere il benessere sociale ed economico in conformità con gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite e con il Fashion Pact.

Poiché la collaborazione è da sempre stata uno dei valori del nostro brand, abbiamo deciso di condividere la nostra Roadmap di Sostenibilità, nella speranza di essere fonte d'ispirazione. Il nostro impegno per essere un'azienda responsabile è costante e duraturo.

Insieme possiamo migliorare e dare vita ad un futuro sostenibile.

I nostri quattro pilastri della sostenibilità

I. Trasparenza

Avere un'aperta e onesta comunicazione che consenta una migliore governance grazie alla pubblicazione del Codice Etico, al monitoraggio delle attività e alla collaborazione con organizzazioni globali per promuovere la consapevolezza. La nostra Roadmap di Sostenibilità definisce il nostro impegno e ci permette di verificare i progressi. Ci impegnamo a raggiungere un'ulteriore trasparenza, ad esempio mappando il 90% dei fornitori di 1°, 2° e 3° livello entro il 2022.

II. Qualità

L'eccellenza nella ricerca dei materiali e nelle tecnologie, nel design e nella supply chain, responsabile della maggior parte degli agenti inquinanti e degli scarti, è un pilastro fondamentale per Bally. Mettendo in atto migliori decisioni di acquisto, sourcing e approvvigionamento evoluti, intendiamo sviluppare programmi di lunga durata entro il 2022, volti alla cura e alla riparazione dei prodotti. Inoltre garantiamo la tracciabilità completa al 100%, con il 75% di pelle acquistata da concerie certificate entro il 2025. Sarà il nostro obiettivo garantire che il 95% delle materie prime sia tracciabile entro il 2025, per ridurre al minimo i danni all'ambiente.

III. Collaborazione

Fin dalla sua fondazione nel 1851, Bally supporta la creatività grazie alla Bally Foundation e il progetto Bally Crafting Futures. Bally si impegna a supportare le sue persone, la sua cultura e i suoi valori fondamentali tramite l'imprenditorialità collettiva, la significatività e le alte prestazioni (inclusi nella "Bally Way"). La fondazione Peak Outlook, istituita da Bally nel 2020, si impegna a preservare gli ambienti montani e a sponsorizzare la pulizia dei campi base del Monte Everest e di sette vette di 8.000 m nella regione himalayana entro il 2022. Il nostro obiettivo finale è quello di creare un modello commerciale virtuoso a vantaggio di tutti: comunità, clienti, dipendenti e ambiente.

IV. Progresso

Come testimoniato dalla nostra storia di innovazione, il futuro di Bally dipende dalla sua capacità di accelerare il cambiamento e di trovare soluzioni uniche e senza precedenti in grado di rendere raggiungibili gli obiettivi più lontani. L'impegno di Bally è concreto: introduzione sul mercato di un prodotto interamente circolare (2025), riduzione della plastica monouso nei packaging B2B e B2C del 30% (2025) e del 100% (2030), fondazione del Center of Excellence Bally per la formazione, la ricerca e lo sviluppo nell'ambito della sostenibilità.

Per ulteriori domande, rivolgiti a sustainability@bally.ch