Our Alpine Heritage

La nostra eredità alpina

Nel secolo scorso, le montagne sono state una continua ispirazione per le campagne e le collezioni di Bally, nata ai piedi delle Alpi svizzere. Con scarpe da trekking risalenti agli anni '20, la prima storia delle spedizioni di Bally inizia nel 1930, raggiungendo persino la cima dell'Everest nel 1953 con la prima ascesa di successo di Sir Edmund Hillary e Tenzing Norgay, quest'ultimo con i nostri stivali Reindeer con suola Sparta.

Nel 1956, Bally ha equipaggiato il team di spedizione del monte Everest-Lhotse guidato da Albert Eggler con quattro modelli di calzature Bally progettati su misura, indossati da Fritz Luchsinger ed Ernst Reiss nella storica scalata del Lhotse. Bally viaggiò anche in Sud America con Lionel Terray nel 1956, così come con Raymond Lambert nel 1957, per scoprire rispettivamente la Cordillera Blanca e le Ande del Perù. Entrambi questi paesaggi ricchi e variegati sono stati l'ispirazione per i colori della collezione Autunno/Inverno 2021 di Bally.

I nostri iconici stivali Curling, reinventati ogni anno in nuove interpretazioni semplificate, sono stati preferiti dagli atleti olimpionici, come la squadra delle Olimpiadi invernali svizzere del 1956 a Cortina d'Ampezzo, in Italia. Le innovazioni negli odierni scarponi da trekking Bally, ispirati alla suola Grip degli anni '40 ricreata, fondono ulteriormente lo stile cittadino con ispirazioni funzionali e outdoor.